Gli stupa del Myanmar

imke (pippie), shwe indein pagoda, myanmar

Imke, Shwe Indein Pagoda, Myanmar

Il Myanmar (per molti più nota come Birmania, il nome usato prima del 1989) è uno Stato posto tra India e Cina (che confina anche con Bangladesh, Laos e Thailandia), che conta poco più di 51 milioni di abitanti.

E’ un paese che ha un territorio montagnoso (culminante con il Hkakabo Razi a 5881 metri) e le piane alluvionali dei fiumi Irrawaddy e Sittang che sfociano nel Golfo del Bengala. Sono oltre 130 i gruppi etnici presenti nel Paese, sebbene quasi tutti accumunati dalla comune pratica della religione buddista.

Si tratta di un Paese essenzialmente agricolo (coltivazione del riso, che occupa il 60% della produzione agricola) che ha ancora una grande struttura rurale, sebbene negli ultimi anni lo sfruttamento del sottosuolo e delle foreste (per il legno pregiato) nonchè l’industrializzazione sta incidendo notevolmente sulla vita degli abitanti.

Nel Myanmar si produce anche l’8% del raccolto mondiale di papavero da oppio.

Il Myanmar ha anche una storia politica controversa dopo l’indipendenza dal Regno Unito, acquista nel 1948. Figure di spicco quali U Nu (primo ministro fino al 1962) e Aung San (assassinato nel 1947) guidarono il processo di indipendenza e i primi anni della giovane nazione. Poi il colpo di stato militare del 1962 cambiò le sorti del Paese. Nella lotta alla dittatura militare a partire dalla fine degli anni ’80  emerse la figura di Aung San Suu Kyi (figlia di Aung San e Premio Nobel per la Pace nel 1991), oggi dopo lunghi anni di prigionia, Ministro degli Esteri.

Lo Shwe Indein Padova è un gruppo di templi buddisti (oltre un migliaio di stupa, ovvero strutture sacre che contengono reliquie) nel villaggio di Indein nello stato di Shan, fatti costruire durante il regno di Narapatisithu (1138-1211). Gli stupa sono decorati con altorilievi e statue di pietra, molti sono coperti dalla vegetazione.

In questa verticale troviamo Imke (@pippiexplorestheworld) viaggiatrice tedesca, con un’amore per le verticali, che è in viaggio attraverso il mondo (la potete seguire anche sul suo blog Pippiexplorestheworld).

Thanks Imke for allowed me to use your very nice pictures and also ftr the nice words you used towards my “Handstands Around The World – Verticali dal Mondo” project. I will follow you! Have nice trip!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...