Archivio mensile:febbraio 2020

Sulla testa di Leone

Fitterstronger, The Top of Lions Head

Hanlie Signorini, Lions Head, Sudafrica

Lions Head, è una montagna situata tra la Table Mountain e la Signal Hill, in Sudafrica. Da essa, il cui picco è di 669 metri, è possibile avere una vista sull’intera Città del Capo (Cape Town). La montagna fa parte dell’ampio Parco Nazionale di Table Mountain e per giungere in cima – contrariamente alla Table Mountain dove si arriva con la funivia – servono circa un’ora di cammino (l’ultimo pezzo molto ripido, vi sono anche degli aiuti costituiti da catene).

Il nome fu attribuito nel XVII secolo dagli olandesi che chiamarono la montagna Leeuwen Kop (testa di leone) poiché assieme all’altra montagna, chiamata Leeuwen Staart (coda di leone) ricordavano un leone accovacciato.

La montagna è ricoperta di fynbos (cespugli fini, letteralmente) una tipica vegetazione arbustiva che nel 2004 è diventata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Si contano oltre 8000 specie vegetali.

La vita dalla cima delle montagna è a dir poco meravigliosa e secondo molti almeno una volta nella vita bisogna ascendere con la luna piena!

In questa bella verticale ad una mano ritroviamo Hanlie Signorini (@fitterstronger), straordinaria atleta che si cimenta nelle più difficili (e massacranti) “Spartan Race” e che ringrazio per avermi fatto usare le sue foto!

Thanks a lot Hanlie to allowed me to use your very nice handstands pictures!