A Vejer de la Frontera

Flavia Lucidi, Vejer de la Frontera, Spagna

Per alcuni il centro più bello dell’Andalusia. Un incantevole borgo bianco abbarbicato in cima ad una collina di 200 metri che guarda, a solo 8 chilometri, il mare e l’Africa. Vejer de la Frontera è un piccolo comune di 12 mila abitanti nella provincia di Cadice, con un centro storico (tra cui il Castello di San Ferdinando eretto nel 1248) che ancora conserva il suoi lungo percorso nella storia. Un gioiello dell’architettura araba-andalusa. Abitato fin dal Paleolitico, proprio per il suo essere “luogo di confine” è stato conteso tra musulmani e cristiani, che ne hanno retto le sorti nel corso dei secoli. Non da ultimo, Vejer è stata protagonista – in quanto località agricola – durante la Seconda Repubblica Spagnola e la successiva Guerra Civile (1931-1939). Solo negli ultimi decenni, a causa della stagnazione economica e del calo demografico, la città si è votata al turismo, con tutti gli aspetti positivi e e negativi.

Luogo ideale per l’escursionismo all’aria aperta (a piedi, in bici e perfino in kayak) o dove praticare surf nelle vicine spiagge (in particolare a El Palmar). Insomma un posto dove rilassarsi lontano delle più affollate località andaluse.

In questa verticale nella Plaza de Espana nel centro cittadino, troviamo Flavia Lucidi (@flavialucidi1981), romana, uno spirito libero, come lei si definisce, che sicuramente ama il mare e il mondo a testa in giù! Grazie Flavia per il tuo contributo e… continua a rimanere libera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...