Peggys Point Lighthouse

lara marvin, peggys point lighthouse

Marvin Lara, Peggys Point Lighthouse, Nuova Scozia, Canada

Il faro di Peggys Point è localizzato nella penisola di Nuova Scozia, che è anche una provincia del Canada, affacciato sull’Oceano Atlantico. Il faro indica l’est dell’entrata della Baia di Santa Margherita. E’ situato a circa 45 chilometri da Halifax.

La Penisola di Nuova Scozia ha una conformazione fisica particolare, poiché sembra un’isola in cui solo una piccola striscia di terra è connessa alla terraferma. Ha un’estensione di oltre 55 mila chilometri quadrati (due volte la Sicilia) e poco meno di un milione di abitanti. Ha oltre 7500 chilometri di coste e numerosissimi laghi.

Il faro, che è un’icona del Canada, adagiato sugli scogli che guardano l’Oceano è meta di turismo. E’ stato costruito nel 1868, come casa in legno, per essere poi sostituito con l’attuale edificio nel 1914-15. Si tratta di una torre ottagonale con una balconata e la lanterna nella parte alta (15 metri). Dal 1958 è stato automatizzato. Dal 2007 emette una luce rossa.

In questa verticale troviamo Marvin Lara (@drmarvinlara), attore canadese di Toronto, con una sana passione per le verticali. Ringrazio Marvin per le sue foto.

Thanks Marvin to allowed me to use your nice handstands photos.

Annunci

La Piedra del Penol

yoga yerii, la piedra del penol, colombia

Yeritza Bohorquez, La Piedra del Penol, Colombia

La Piedra del Penol è una formazione rocciosa monolitica, conosciuta anche semplicemente con il nome El Penol, situata nella città di Guatapè nel dipartimento di Antioquia, non molto distante da Medellin, in Colombia. Ritenuto un antico luogo di culto degli abitanti dell’area (la popolazione Tahami), oggi la sua vetta (a circa 200 metri, ma in realtà a 2137 metri sul livello del mare) è raggiungibile con una scala (659 gradini) di legno e cemento, che fu costruita nel 2006 sfruttando una crepa naturale della roccia. La “pietra” si trova sulle sponde del lago Embalse.

La montagna di granito, che secondo i geologi si è formata 70 milioni di anni fa, fu scalata la prima volta nel 1954 con una faticosa ascesa durata 5 giorni da tre scalatori colombiani. Dalla cima, la vista sul lago è spettacolare. Come è definita dai locali, “la più bella vista del mondo”

In questa bella verticale  in spaccata troviamo Yeritza Bohorquez (@yoga_yerii), colombiana, ex ginnasta di ritmica, con una passione per lo yoga e naturalmente per le verticali. Grazie Yeritza.

Thanks Yeritza for allowed as to use your beautiful handstand photo that we use to talk about this very interesting place in our World.

Thanks!

Sulla muraglia

casu alessandro, muraglia, bohaizhen, huairou, pechino cina

Alessandro Casu, Huairou, Pechino, Muraglia Cinese, Cina

La grande muraglia cinese è una delle opere architettoniche di fortificazione più note nel mondo. Nel 1987 è diventata Patrimonio dell’Umanità UNESCO e nel 2007 è stata inserita tra le sette meraviglie del mondo moderno.

Costruita a partire dal 215 A.C. per volere dell’ Imperatore Qin Chi Huang e conclusa nel XIV secolo. Si tratta di una costruzione di oltre 21 mila chilometri. Si tratta di un’opera di difesa, inizialmente costruita in terra battuta e legno e successivamente in mattoni, che è costata il sacrificio di molte persone. E’ altresì il progetto della storia umana che è stato portato avanti per più secoli e da diverse persone (tutte le dinastie che si sono succedute hanno continuato ad aggiungere tratti alle mura).

Per lunghi tratti le mura sono percorribili e nel progetto iniziale prevedevano ogni 500 metri delle terrore di avvistamento e scappatoie e feritoie per aumentare le possibilità difensive.

Oggi le sue condizioni sono a tratti ben conservate (nelle località più turistiche ed in particolare vicino Pechino), mentre in altri luoghi il declino è evidente e altrove è addirittura scomparsa (si parla del 30% dell’intera opera).

In questa verticale, scattata nei pressi di Pechino nel distretto di Huairou, troviamo Alessandro Casu, viaggiatore che si definisce un “principiante” delle verticali. Sono sicuro che con l’esercizio la tecnica migliorerà, quel che è certo che l’immagine che ci ha inviato sposa perfettamente l’idea di Verticali dal Mondo, mostrando un angolo di rara bellezza del nostro Pianeta!

Grazie Alessandro!

Bohinj, la gemma nascosta

tanja321, bohinj

Tanja Ninic, Lago di Bohinj, Slovenia

Il Lago di Bohinj è il più grande bacino della Slovenia (poco più di 3 chilometri quadrati) situato nella regione dell’Alta Carniola, a poco più di 500 metri sul livello del mare, all’interno di una vallata del Parco Nazionale del Tricorno (di cui abbiamo già parlato in questo post).

E’ un lago di origine glaciale alimentato dal fiume Savica, che nel punto più ampio (lunghezza) arriva a 4,3 chilometri mentre è largo al massimo circa 1 chilometro. La sua profondità massima è di 44 metri (più dell’80% del lago è profondo più di 20 metri).

E’ un luogo ideale da cui partire per le escursioni all’interno del Parco ed in particolare nella valle dei sette laghi. Inoltre è possibile percorrere l’intero periplo del lago (una camminata di 12 chilometri che dura 5 ore mediamente), vedere, a soli 4 chilometri di sentiero, le cascate di Savica o la gola di Mostnica e la cascata di Voje. Si tratta insomma di una zona meno battuta, da un punto di vista turistico, del vicino lago di Bled, ma con una bellezza che nulla ha da invidiare.

Durante l’estate la temperatura dell’acqua arriva a 22 gradi, rendendolo piacevole per le attività nautiche (nuoto, vela, canottaggio, kayak e pesca.

In questa bella verticale, proprio sul lago, troviamo Tanja Ninic (@tanja321), giovane atleta ed istruttrice calisthenics slovena, ora in Argentina, con una vera passione per le verticali. Ringrazio Tanja per la gentilezza con cui ha permesso l’uso delle sue foto.

Thanks Tanja for kindly granting the use of your handstands photos!

 

 

 

Mount Batur, natura e religione

Abby, Mount Batur Volcano

Abby, Mount Batur, Bali, Indonesia

Bali è un’isola dell’Indonesia con quasi 5 milioni di abitanti. E’ un’isola vulcanica, che oltre ad essere turisticamente conosciuta per le sue spiagge, il suo mare e per la vita notturna (per molti è l’Ibiza d’Oriente), offre moltissime altre possibilità culturali e artistiche.

Oltre 20 mila templi sono presenti nell’isola che diventa quindi anche una meta per il turismo religioso e il suo paesaggio, con due grandi vulcani attivi (il Monte Agung, 3142 metri e il Monte Batur, 1717 metri) offre la possibilità di compiere magnifiche escursioni.

Il Mount Batur  è strutturato da due concentriche caldere, una occupata da un lago (formatosi tra i 25 e 30 mila anni fa) e l’altra attiva. L’ultima eruzione documentata risale al 2000, mentre la prima risale al 1804.

E’ possibile, solo con guide locali, salire in cima al vulcano, passando per i templi e godere di uno spettacolo affascinante.

Nel 2012 l’UNESCO ha inserito la caldera del Monte Batur nella rete dei Geoparchi Globali (Global Geoparks Network).

In questa verticale troviamo Abby (@abby_whats_that) , americana, viaggiatrice e soprattutto amante del mare e delle verticali, che ringrazio per aver acconsetito di usare questa foto.

Thank you Abby to allowed us to use your beautiful picture.

Nel salotto in riva al mare

giulia e ludovica, lido di classe, ravenna (stefania ragno)_n

Giulia e Ludovica, Lido di Classe, Ravenna

Lido di Classe è una località balneare della riviera romagnola, frazione del comune di Ravenna. Il nome deriva dal fatto che in epoca romana, nella località denominata Classe, esisteva un porto di grande importanza.

Lo sviluppo turistico di quest’area avviene durante il boom economico degli anni ’60, quando si iniziano a costruire i primi alberghi e soprattutto villette ad uso privato. Infatti oggi Lido di Classe (che negli anni si è steso fino al fiume Savio, creando un continuo con il Lido di Savio e successivamente con Milano Marittima) è un luogo dedicato soprattutto al turismo familiare.

Tra la spiaggia è la città vi è una fitta pineta (Pineta di Classe), che è tutelata come oasi naturalistica e che contribuisce a rendere più piacevole il soggiorno. Per l’accuratezza del suo arredo urbano e delle attrezzature sulla spiaggia Lido di Classe è definito “un salotto in riva al mare”.

Sicuramente è anche il luogo da dove poter visitare la splendida città di Ravenna con i suoi tesori artistici e per divertirsi nel vicino parco divertimenti di Mirabilandia.

In questa verticale troviamo Giulia e Ludovica, due giovani ginnaste, in una bella verticale proprio sul bagnasciuga. Ringrazio mamma Stefania  per averci inviato questa foto.

Saint Mary’s Glacier

 

greer brittany, saint mary's glacier

Brittany Greer, Saint Mary’s Glacier, Colorado, Stati Uniti

Il Saint Mary’s Glacier è un ghiacciaio semi permanente situato nell’ Arapaho National Forest, in Colorado, negli Stati Uniti. Si tratta di una riserva di quasi 3000 chilometri quadrati istituita, sebbene con dimensioni diverse, nel 1908.

Porta il nome dell’omonima tribù di nativi americani che aveva abitato l’area, fino ad essere quasi annientati tra il 18774 e il 1875.

Il ghiacciaio forma poi un lago (Saint Mary’s Lake) in un antico cratere vulcanico più a valle, circondato da pini molto vecchi. Lo stesso lago rappresenta un bel punto di osservazione sul ghiacciaio. Come molti ghiacciai negli ultimi anni le sue dimensioni si sono molto ridotte. Dal lago è possibile compiere, in modo semplice (quindi senza essere esperti scalatori) e in soli 45 minuti, l’ascesa verso l’inizio del ghiaccio. Sono sentieri molto conosciuti e naturalmente molto frequentati.

In questa foto troviamo Brittany Greer (@brittanydoeslife), che abita in Costa Rica, con grandi passioni quali lo yoga, la cucina, la musica (è una fantastica DJ), i viaggi, il wellness e naturalmente le verticali. Tiene corsi di yoga e di cucina

Brittany ha anche un blog che si chiama Brittany Does Life.

Thank you Brittany for shared your photos. WE will follow closely your activities through your blog! Have a nice life!