Archivi tag: agrigento

Nella valle dei Templi

Iacopini Silvia, Valle dei Templi, Agrigento

Silvia Jacopini, Valle dei Templi, Agrigento

Agrigento è un comune di circa 60 mila abitanti, capoluogo del Libero Consorzio Comunale di Agrigento (provincia) in Sicilia. Si tratta di una città che fu fondata nel 509 A.C. con il nome di Akragas.  Dal 1997 è stata inserita tra i siti patrimoni dell’Umanità UNESCO grazie allo straordinario stato di conservazione di templi dorici.

La Valle dei Templi è uno dei siti più estesi (oltre 1300 ettari) e meglio conservati della civiltà greca classica, ha dodici templi, tre santuari, un grande numero di necropoli, opere idrauliche, fortificazioni, un quartiere, l’agorà e altri edifici. All’interno si trova anche il Museo Archeologico Regionale Pietro Griffo che contiene quasi 6 mila reperti, ritrovati nella zona, che vanno dalla preistoria alla fine dell’età greco-romana.

 Il tempio della Concordia, quello della foto,  – di cui ancora oggi non si sa a chi fosse dedicato –  è sicuramente il meglio conservato. Costruito nel 430 A.C, con una superficie di quasi 850 metri quadrati e un’altezza di oltre 13 metri, ha resistito intatto allo scorrere sei secoli ed oggi è sicuramente uno spettacolo unico.

Ecco il sito del Parco della Valle dei Templi.

In questa verticale ritroviamo Silvia Jacopini (@silvysira), ginnasta e tecnico, che ringrazio per la foto e per le belle parole che ha speso su Verticali dal Mondo.

Grazie Silvia, continua a seguirci!

Annunci

Alla fine del liceo

Chiara Tornabè, Liceo (maturità) luglio 2018

Chiara Tornambè, Sciacca (AG), luglio 2018

Sciacca è un comune della provincia di Agrigento, famoso per la lavorazione della ceramica e per il suo carnevale. Città marittima con una grande ricchezza monumentale grazia alla sua antica storia e al succedersi di invasioni  dominazioni che hanno determinato una grande contaminazione di cultura e stili.

Ma le sorprese di Sciacca non sono finite. Sin dai tempi dei greci le proprietà termali delle sue acquee sulfuree erano apprezzate ed oggi ne fanno una delle località termali più conosciute della Sicilia.

E un posto magnifico, dunque, abitato da gente cordiale ed ospitale.

L’esame di maturità, in qualsiasi modo lo si veda,  rappresenta un rito di passaggio. Allo stesso tempo è un momento catartico che chiude un lungo ciclo iniziato il primo giorno delle elementari. Quando si finisce si festeggia in vari modi. Chiara Tornambè lo fa con questa simpatica fotografia e verticale nel liceo linguistico cittadino dedicato ad Enrico Fermi.

Grazie Chiara.