Archivi tag: budapest

Alla Basilica di Santo Stefano

kathleen, saint stephen's basilica, budapest

Kathleen, Basilica di Santo Stefano, Budapest, Ungheria

La Basilica di Santo Stefano (in ungherese Szent Istavan-bazilika) è situata nella zona di Pest a Budapest. Si tratta di un edificio in stile neoclassico, progettato da Jozsef Hild (uno dei maggiori esponenti dell’architettura neoclassica) nel 1850 e costruita a partire dal 1851 e fino al 1905, su un sito dove vi era un teatro (Hetz-Theater).

Hild morirà nel 1867 è la direzione dei lavori verrà assunta da Miklos Ybl (colui che poi progetterà il Teatro dell’Opera di Budapest) che inserirà la grande cupola (che subirà anche un crollo per un forte temporale durante la costruzione). Infine, l’opera fu finita, dopo la morte di Ybl (1891) da Jozsef Kauser.

Con la cupola la basilica raggiunge i 96 metri d’altezza (ovvero la stessa altezza del Palazzo del Parlamento  a simboleggiare l’equilibrio tra il potere spirituale e quello politico. Si può salire nel tamburo delle cupola, dove da oltre 65 metri di altezza si ha una magnifica vista sulla città.

Le chiesa, che all’interno è rivestita di 55 tipi di marmo diversi, è in grado di accogliere 8000 fedeli

Santo Stefano d’Ungheria è stato il primo re e fondatore dell’Ungheria (1000-1038), in una cappella a parte è conservata la “Santa Destra” ovvero la mano destra di Re Stefano.

In questa verticale troviamo Kathaleen (@kathleen), tedesca, atleta di acrobatica con, ovviamente, una bella passione per le verticali. Grazie Kathleen.

Thanks Kathleen for allowed me to use your very beautiful handstands photos!

Annunci

Al Parlamento

Lisa, Budapest, Ungheria

Lisa Nuber, Parlamento di Budapest, Ungheria, 2018

Della città di Budapest abbiamo già parlato. Capitale dell’Ungheria, città nata dall’unione amministrativa, a fine 1800, delle due città (Buda e Pest) site sulle sponde opposte del Danubio.

Uno degli edifici simbolo della città è il Palazzo del Parlamento, sulla sponda del Danubio (lato di Pest), costruito alla fine del 1800 (1885-1904) con uno stile neogotico, su progetto dell’architetto ungherese Imre Steindl (che morì prima di vedere la fine della sua opera). Edificio di grande impatto scenico e di grande prestigio. Lungo 268 metri, largo 123 metri e alto 96 metri, dispone di trenta ingressi e dieci cortili interni.

Nel mezzo una grande cupola a pianta esadecagonale (ovvero a 16 lati).

Nato proprio per ospitare le due Camere del Parlamento (dal 1944 l’Ungheria abbandonò il bicameralismo) viene oggi usata una sola delle due Camere. Inoltre è sede del capo del Governo e del Presidente della Repubblica.

In questa bella verticale, con un’altrettanto bella foto, troviamo Lisa Nuber, istruttrice di ginnastica e handbalancer, che tiene corsi e workshop di verticali in giro per il mondo. Verticali e viaggi quindi, in perfetta sintonia con Verticali dal Mondo.

Ringrazio Lisa per aver condiviso questa e altre stupende immagini (che potete trovare sul suo profilo instagram @lisaonhands).

Thanks Lisa for your kindness and for the wonderful images. I wrote that your job as a handstands – hand balancer coach and your passion for travel are in perfect harmony with the goals of Verticali dal Mondo (Handstands around the Word).

Thanks!

Tra Buda e Pest

Santuccio Silvia, Ponte Elisabetta, Budapest

Silvia Santuccio, Ponte Elisabetta, Budapest

Budapest è la capitale dell’Ungheria. Città da quasi due milioni di abitanti con un’affascinante storia alle spalle e che è stata, fino al 1918,  assieme a Vienna, una delle due capitali dell’Impero Austro-Ungarico.

In realtà, la città così come è concepita oggi, è il frutto dell’unificazione avvenuta nel 1873 tra la città di Buda (sulla sponda destra del Danubio) e la città di Pest (sulla riva opposta).

A coronare questa unione nel periodo tra il 1897 e il 1903 fu costruito un nuovo ponte strallato, che fino al 1926 rappresentò il ponte sospeso più lungo al mondo (290 metri di lunghezza). Il ponte è intitolato alla moglie dell’Imperatore Francesco Giuseppe, Elisabetta (meglio conosciuta come Sissi) che fu assassinata nel 1898 mentre il ponte era in costruzione.

Nel 1945 il ponte fu fatto saltare dall’esercito tedesco e quando si ricostruì, molti anni dopo, tra il 1961 e il 1964, pur rimanendo sospeso, non fu ricostruito come quello abbattuto, furono tolti molti dei motivi storici ornamentali.

E’ un ponte di 333 metri, largo 20.

Il questa verticale sul ponte Elisabetta, Silvia Santuccio, palermitana, ginnasta della nazionale di aerobica che ha partecipato ai recenti mondiali in Portogallo e che gareggia per l’Accademia Sportiva Gymtech, dove è anche allenatrice.

Ringrazio Silvia per aver condiviso questa foto che ci ha permesso di andare a Budapest.