Archivi tag: lago

Lago di Lamar

 

Davide Stimfl, Laghi di Lamar, Trentino

Davide Stimpfl, Lago di Lamar, Trento

Il Lago di Lamar è un piccolo lago alpino (0,045 chilometri quadrati) posto a 714 metri sul livello del mare nel comune di Terlago in provincia di Trento. Si tratta di un lago non molto profondo (mediamente 4 metri, con una profondità massima di 14 metri) alimentato da piccoli ruscelli e probabilmente da piccole sorgenti.

Un tempo il lago di Lamar e il vicino lago Santo erano uniti, poi una frana ha originato due bacini distinti.

Negli ultimi anni, oltre a rappresentare una meta per il turismo balneare (vi sono oltre ad una “spiaggia”, anche dei luoghi dove tuffarsi) è diventato anche un luogo per l’esplorazione e l’addestramento subacqueo.

L’area è anche meta per escursioni, a piedi o in bicicletta. La vegetazione e i profili rocciosi rendono il panorama interessante da ogni punto di vista. Tra le ascese possibili – tutte di facile-media difficoltà – vi è quella verso il Monte La Paganella (2125 metri).

Nelle vicinanze del lago, anche un campeggio.

In questa verticale ritroviamo Davide Stimpfl (@da.stimpfl), anch’egli divenuto una presenza costante di Verticali del Mondo il quale, come le sue foto, ci permettere di raccontare (e talora, per molti, scoprire) alcuni angoli meravigliosi delle sue terre, il Trentino Alto-Adige.

Grazie Davide.

Annunci

Pizol e i suoi laghi

Nina Strojnik, Pizol

Nina Stronik, Pizol, Svizzera

Il Pizol è una vetta della Svizzera che si erge a 2844 metri, tra le località di Bad Ragaz e Wangs, non distante dal confine con il Liechtenstein. Si tratta di una zona nota per la classica escursione dei 5 laghi (le cui acque cristalline offrono tonalità di colori diverse che si modificano durante la giornata), per l’ascesa alla vetta del Monte Pizol e per i paesaggi magnifici che si spalancano sulla valle del Rodano fino al Lago di Costanza.

E’ possibile giungere verso la vetta con due cabinovie ad otto posti, una da Bad Ragaz e una da Wangs che giungono fino al limite del bosco. I laghi sono quelli di Wangs, Wild, Schotten, Schwarzsee e di Baschalva si incontrano tutti lungo un percorso ad anello (praticabile da luglio ad ottobre) della durata di circa 5 ore e dalla difficoltà media (sono circa 750 metri di dislivello in salita e circa 1100 in discesa).

Bad Ragaz e Wangs, entrambi situati intorno ai 500 metri, sono luoghi ideali dove fare base per le escursioni in quesa parte della Svizzera. A Bad Ragaz si trova anche una stazione termale ideale per ritemprarsi dopo le fatiche della montagna!

In questa bella verticale ritroviamo Nina Stronik (@ninastrojnik), slovena, chinesioterapista e coach di “flessibilità” per donne, viaggiatrice e amante del mondo  atesta in giù. Ringrazio Nina per avermi fatto utilizzare le sue belle foto.

Thanks Nina to allowed me to use your very nice handstands pictures!

Nel lago blu

Paul Van der Maat, Lac d'Annency

Paul van der Maat, Lago di Annecy, Francia

Il Lago di Annecy è un bacino di origine glaciale, formatosi circa 18 mila anni fa, situato nell’Alta Savoia in Francia. E’ il secondo lago per estensione della Francia con 27,6 chilometri quadrati, è collocato a circa 500 metri sul livello del mare e ha una profondità massima di 82 metri (dove si trova anche una fonte sommersa chiamata Boubioz che si stima contribuisca al 30% dell’acqua del lago).

Oltre alla fonte sommersa il lago è alimentato da piccoli corsi d’acqua montani.

Il paesaggio in cui è sorto il lago è molto suggestivo, immerso nella natura con una vegetazione fitta e rilassante. Il lago è sempre stato meta di turismo ed ha ospitato artisti di vario genere che da questi luoghi cercavano ispirazione e relax. Tra questi il pittore Cezanne che ammise di essere letteralmente stregato dall’atmosfera del lago.

Sulla sponda settentrionale si trova la città di Annecy che con poco oltre i 50 mila abitanti rappresenta il luogo ideale da dove iniziare la visita all’ambiente del lago.

Annecy è chiamato anche lago blu e viene considerato il lago più pulito d’Europa.

In questa verticale troviamo Paul van der Maat (@paulvandermaat), artista di circo olandese (lavora per la B-side Company) oltre che allenatore e amante delle verticali che ringrazio per le sue belle foto.

Thanks Paul for your photos and for the world you spent on Verticali dal Mondo. Naturally, congratulations for your circus activity!

 

Walchensee, i Caraibi della Baviera

nikita, walchensee, bayern, germania

Nikita, Walchensee, Bayern, Germania

Il Lago di Walchen (o Walchensee, in tedesco) è un lago situato nella Baviera del Sud, a circa 75 chilometri da Monaco, in Germania e vicino al confine con l’Austria. E’ un lago di 16,4 chilometri quadrati che si sviluppa per quasi 7 chilometri di lunghezza e circa 5 di larghezza. Situato a 800 metri sul livello del mare, ha una profondità massima ragguardevole, poiché raggiunge i 192 metri.

Ha come emissario il fiume Jachen, un piccolo fiume (meno di 30 chilometri) che poi si getta nell’Isar (affluente del Danubio), e alimenta una centrale elettrica.

E’ una meta turistica molto importante e luogo ove si praticano i classici sport acquatici come il windsurf, la vela e il canottaggio. L’acqua limpida e trasparente, di un azzurro intenso, ha spinto qualcuno a paragonare il lago ai Caraibi. Dal lago si può raggiungere, a piedi o in funivia, la vetta del Monte Herzogstand (1731 metri) da cui si può osservare uno splendido panorama. Ma, sono numerosissimi i precorsi, da facili ad impegnativi, possibili nei dintorni del lago.

In questa elegante verticale troviamo Nikita/Nikki (@nikita_move_and_flow), tedesca, insegnante di fitness con una grande e bella passione per le verticali.

Thanks Nikki for allowed me to use your beautiful handstands photos. So we got to talk about this little Bavarian paradise!

Worthersee, dove volano le melodie

basist, worthersee

Basist, Lago di Worthersee, Austria

Il Lago di Worthersee è il più grande lago della Carinzia, in Austria. Si sviluppa con una lunghezza di oltre 16 chilometri (tra Villach e Klagenfurt, di cui solo la periferia del’ultima è bagnata dal lago) con una larghezza massima di quasi 2 chilometri e una profondità, che nel suo punto massimo raggiunge gli 85 metri. Il lago presenta, nella parte centrale due penisole che quasi lo dividono in due bacini.

Il nome deriva dal piccolo abitato (1500 persone) Maria Worth, situato su di una collina, sulla riva meridionale del lago.

Il lago è molto attrezzato per il turismo balneare estivo ed è particolarmente adatto al turismo familiare grazie al clima (si trova a 450 metri), alle sue acque limpide e calde (28 gradi) e alla bellezza del paesaggio che lo circonda. Adatto quindi al relax e alle escursioni, a piedi e in bicicletta, per ogni preparazione fisica. Sulla sommità della collina, dove sorge Maria Worth, è stata eretta una torre di osservazione in legno (Pyramidenkogel), che con i suoi 100 metri di altezza, rappresenta la torre in legno più alta al mondo ed assicura uno spettacolo unico.

Sin dal passato il lago è stato un ruolo di relax che per secoli ha ospitato chi era alla ricerca di ispirazione. Johannes Brahms, che frequentava questi luoghi, disse che “sul Worthersee volano le melodie, tanto che bisogna stare attenti a non calpestarle”.

In questa verticale troviamo Basist (@basist), sloveno, un vero appassionato di viaggi e di verticali (ha una pagina instagram fatta solo di verticali!). Insomma, perfettamente in linea con Verticali dal Mondo!

Thanks Basist for allowed me to use your nice handstands photos! Congratulations for your photos, beautiful and never dull, i think i will use others in the future… if you agree!

Bohinj, la gemma nascosta

tanja321, bohinj

Tanja Ninic, Lago di Bohinj, Slovenia

Il Lago di Bohinj è il più grande bacino della Slovenia (poco più di 3 chilometri quadrati) situato nella regione dell’Alta Carniola, a poco più di 500 metri sul livello del mare, all’interno di una vallata del Parco Nazionale del Tricorno (di cui abbiamo già parlato in questo post).

E’ un lago di origine glaciale alimentato dal fiume Savica, che nel punto più ampio (lunghezza) arriva a 4,3 chilometri mentre è largo al massimo circa 1 chilometro. La sua profondità massima è di 44 metri (più dell’80% del lago è profondo più di 20 metri).

E’ un luogo ideale da cui partire per le escursioni all’interno del Parco ed in particolare nella valle dei sette laghi. Inoltre è possibile percorrere l’intero periplo del lago (una camminata di 12 chilometri che dura 5 ore mediamente), vedere, a soli 4 chilometri di sentiero, le cascate di Savica o la gola di Mostnica e la cascata di Voje. Si tratta insomma di una zona meno battuta, da un punto di vista turistico, del vicino lago di Bled, ma con una bellezza che nulla ha da invidiare.

Durante l’estate la temperatura dell’acqua arriva a 22 gradi, rendendolo piacevole per le attività nautiche (nuoto, vela, canottaggio, kayak e pesca.

In questa bella verticale, proprio sul lago, troviamo Tanja Ninic (@tanja321), giovane atleta ed istruttrice calisthenics slovena, ora in Argentina, con una vera passione per le verticali. Ringrazio Tanja per la gentilezza con cui ha permesso l’uso delle sue foto.

Thanks Tanja for kindly granting the use of your handstands photos!

 

 

 

Laax, la regina

Tassone Samantha, Laax, Svizzera

Samantha Tassone, Laax, Svizzera

Laax è una città della Svizzera con poco meno di 2000 abitanti nella regione della Surselva. Il territorio comunale è posto tra i 1000 e i 1600 metri ed è un importante stazione sciistica (fino a pochi anni fa era sede di gare di Coppa del Mondo di sci). E’ bagnato dall’omonimo lago. Il lago chiamato Laaxersee o Lag Grand è in realtà un piccolo lago di 5 ettari che ha una profondità massima di 5,5 metri.

Il comprensorio sciistico (stazioni di Flims, Laax e Falera) è uno dei più vasti della Svizzera, con oltre 235 chilometri di piste distribuiti in oltre 100 chilometri quadrati, oltre a 55 chilometri di piste da fondo, collocati tra i 3016 metri dell’apice (nei pressi del ghiaccio del Vorab) e i 1100 della base. Durante l’estate si trasforma in un luogo di escursioni e di piacevoli momenti di relax.

In questa bella verticale troviamo Samantha Tassone (@samantha_tassone), giovane atleta calistenica calabra e hand balancer, con grandissime doti fisiche, studentessa di Scienze Sportive, che ringrazio per la disponibilità nel farci usare le sue belle foto.

Samantha è una vera amante dello sport, delle verticali e della danza!