Archivi tag: lago

Al lago di Castel San Vincenzo

Greta (Aquilone), Castel Van Vincenzo

Greta, Castel San Vincenzo, Isernia

Castel San Vincenzo è un piccolo comune (500 abitanti) della provincia di Isernia in Molise, all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo. Situato a quasi 800 metri di altitudine, all’interno del suo territorio si trovano l’Abbazia di San Vincenzo al Volturno, i resti di una cartiera (attiva fino al secolo scorso) e un lago artificiale.

Il lago, che ha una superficie di 6,1 chilometri quadrati,  è stato realizzato alla fine degli anni ’50 a scopi di produzione elettrica. E’ alimentato da alcuni torrenti (provenienti dalla Montagna Spaccata, un bacino artificiale posto a monte, attorno ai 1000 metri). Nel corso degli anni si è ben armonizzato con il paesaggio circostante costituito prevalentemente da boschi e montagne (quella della catena delle Mainarde) tanto da diventare un piccolo gioiello naturalistico.

Il lago è una ottima meta per il relax, tra sport d’acqua e un maneggio con cui eventualmente percorrere alcuni piacevoli itinerari che si snodano attorno al lago e le sue montagne. Vi sono anche un campeggio ed una spiaggia attrezzata (il lago è balneabile, tanto che da alcuni è chiamato “i caraibi del Molise“.

In questa verticale ritroviamo Greta (@gretaa_aquilone), ginnasta dell’aerobica, napoletana che ringrazio per avermi fatto usare le sue foto. Grazie Greta!

Annunci

Ai Laghi di Mantova

Bertolani Benedetta, Laghi di Mantova

Benedetta Bertolani, Laghi di Mantova, Mantova

I Laghi di Mantova, nel loro attuale assetto, sono il frutto di un’opera idraulica creata nel 1190 lungo il fiume Mincio. A causa della oramai quasi millenaria esistenza di questi bacini molti sono tenuti a pensare che si tratti di laghi naturali e non di sbarramenti artificiali. Sebbene gli storici confermano la presenza anche di bacini naturali in epoca antica (età del Bronzo).

I laghi (sono tre, chiamati Superiore, di Mezzo e Inferiore), che hanno una superficie complessiva di 6,2 chilometri quadrati, sono parte integrante del Parco del Mincio e sono praticamente in città, avvolgendola a semi-cerchio. Il più profondo è quello più piccolo (il lago di Mezzo) che arriva a 15 metri, mentre gli altri due non raggiungono i 12 metri. Vi era un quarto lago, chiamato Paiolo, che fu prosciugato nel 1700 e bonificato nel 1905.

Nel periodo estivo i laghi sono caratterizzati dalla presenza di fiori di loto (della specie Nelumbium nucifera) che con i loro fiori rosa dipingono questo incantevole paesaggio. I tuberi furono introdotti nel 1921 da Anna Maria Pellegreffi con lo scopo di sfruttarne la farina ricavata dai rizomi ai fini alimentari.

In questa verticale ritroviamo Benedetta Bertolani (@benedetta.bertolani), allenatrice di ginnastica, pilates, ginnastica postulare e personal trainer presso la sua palestra, la Palestra Dinamica di Scandiano vicino Reggio Emilia. Grazie Benedetta.

Raquette Lake

Pecorella Paula, Raquette Lake, NY

Pecorella Paula, Raquette Lake, New York, Stati Uniti

Il Lago Raquette si trova vicino all’omonimo villaggio sui Monti Adirondack, a 537 metri di altitudine, nello stato di New York, Stati Uniti. Esso costituisce anche la “sorgente” del fiume Raquette, lungo 115 chilometri e che è un affluente del San Lorenzo.

Ha una superficie di circa 20 chilometri quadrati, uno  sviluppo costiero di 160 chilometri e una profondità massima di 29 metri. E’ molto popolare in estate quando diventa un centro ideale per l’escursionismo, gli sport d’acqua e la navigazione. A partire dall’inizio del XIX secolo è diventato un luogo di villeggiatura per l’élite newyorkese. E’ anche il luogo in cui si svolgono campi e centri estivi, in cui sono passati generazioni di giovani americani.

Ecco il sito ufficiale del lago.

In questa elegante verticale ritroviamo Paula Pecorella (@paulapecorella), imprenditrice sociale americana e soprattutto grande amante delle verticali che ringrazio per avermi fatto usare le sue belle foto.

Thanks a lot Paula your handstands pictures are very nice!

 

Nel lago Offensee

Friederich90, Offensee

Martin Friedrich, Offensee, Austria

Il Lago di Offensee è situato nel gruppo montagnoso delle Totes Gebirge (in italiano Monti Morti), il cui punto più alto raggiunge i 2500 metri, dell’Alta Austria. Si tratta di un piccolo laghetto alpino dalle acque cristalline in cui, durante l’estate è possibile rinfrescarsi (la temperatura media estiva dell’acqua è di 22 gradi) e compiere belle escursioni nella natura, mentre d’inverno è possibile pattinare in quanto la superficie del lago ghiaccia completamente.

Il lago che ha una superficie di 57 ettari (nel punto più ampio da sponda a sponda vi sono 900 metri), si trova a 650 metri d’altitudine ed ha una profondità massima di 38 metri ed è una riserva naturale. Le sponde del lago non sono abitate e offrono quindi un paesaggio ancora molto naturale (un tempo esisteva una ferrovia usata per il trasporto del legname, oggi non più in uso).

In questa bella verticale ad una mano troviamo Martin Friedrich (@m.friedrich90), atleta e allenatore austriaco di Parkour e Freerunning, personal trainer, appassionato viaggiatore e naturalmente amante delle verticali, che ringrazio.

Thanks a lot Martin to allowed me to use your very interesting handstands pictures!

 

Lago di Braies in inverno

Vergura Giulia, Lago di Braies

Giulia Vergura, Lago di Braies,

Del Lago di Breies, piccolo lago alpino in provincia di Bolzano (da cui dista circa 100 chilometri), nell’omonimo comune. abbiamo già parlato. Vederlo per d’inverno, quasi tutto ghiacciato e coperto di neve fa un effetto completamente diverso.

Situato a 1500 metri di altitudine si è formato a causa di una frana (staccatasi prima del 1200) che ha sbarrato il rio Braies. Ha una profondità massima di 36 metri e si sviluppa per 31 ettari. Si trova all’interno del Parco Naturale di Fanes-Senes Braies ed è circondato da magnifiche vette tra cui la Croda del Becco, che raggiunge i 2810 metri.

D’inverno il lago ghiaccia completamente e viene usato per gare du curling e per il pattinaggio.

Proprio sulla sponda del lago, dal 1899, si trova l’Hotel Lago di Braies, costruito on pietra e di grandi dimensioni a gestione ancora familiare. L’albergo proprio per la sua storia e tutelato dalle Belle Arti.

Per tutte le informazioni sul lago (e numerose belle foto) vi rimando a questo post del blog di Lorenzo Taccioli.

In questa verticale troviamo Giulia Vergura (@giuliavergura), studentessa e allenatrice di ginnastica che ringrazio per aver condiviso questa bella foto.

Grazie Giulia!

Sul lago dei quattro cantoni

Marcocci Robyn, Brunner, Svizzera

Robyn Marcocci, Brunnen, Svizzera

Brunnen è una località sul lago di Lucerna (o dei Quattro Cantoni) in Svizzera, facente parte del comune di Ingenbohl nel cantone Svitto. E’ una stazione di villeggiatura rinomata e  punto di partenza ideale per visitare la Svizzera centrale. E’ un luogo che è stato sempre apprezzato per la sua tranquillità e bellezza. Da re Luigi II a Gothe le rive del lago hanno costituito un modo per ascoltare la natura e il suono delle Alpi.

Il lago di Lucerna (che interessa appunto 4 cantoni svizzeri) è il quarto lago per dimensione della Svizzera (114 chilometri quadrati) ha una forma estremamente contorta, con rami, pieghe e strozzature. Ha uno sviluppo costiero di 144 chilometri molti dei quali con montagne che cadono a picco sull’acqua. Ha una profondità massima di 214 metri. E’ alimentato essenzialmente dal fiume Reuss (che è anche emissario), sebbene i suoi immissari sono anche il Muota, l’Engelberger, l’Aa e il Sarner. Sulle rive del lago, oltre a Lucerna, vi sono molte cittadine collegate da un efficiente servizio di traghetti.

E’ un luogo storicamente conosciuto perchè il 9 dicembre 1315 fu firmato il Patto di Brunnen (tra i cantoni svizzeri di Uri, Svitto, Obvaldo e Nidvaldo, quest’ultimi poi uniti in Untervaldo) un accordo di mutua assistenza militare che di fatto costituisce la nascita della Confederazione Svizzera. per la prima volta inoltre, un trattato fu scritto in lingue tedesca (una forma di tedesco dell’epoca) e non in latino.

In questa perfetta verticale e bellissima foto sulla riva del Lago di Lucerna ritroviamo Robyn Marcocci (@robyn.marcocci), atleta calistenica svizzera con una grande passione per le verticali.

Thanks a lot Robyn to allowed me to use your very nice handstands (almost perfect!) photos.

Lago di Lamar

 

Davide Stimfl, Laghi di Lamar, Trentino

Davide Stimpfl, Lago di Lamar, Trento

Il Lago di Lamar è un piccolo lago alpino (0,045 chilometri quadrati) posto a 714 metri sul livello del mare nel comune di Terlago in provincia di Trento. Si tratta di un lago non molto profondo (mediamente 4 metri, con una profondità massima di 14 metri) alimentato da piccoli ruscelli e probabilmente da piccole sorgenti.

Un tempo il lago di Lamar e il vicino lago Santo erano uniti, poi una frana ha originato due bacini distinti.

Negli ultimi anni, oltre a rappresentare una meta per il turismo balneare (vi sono oltre ad una “spiaggia”, anche dei luoghi dove tuffarsi) è diventato anche un luogo per l’esplorazione e l’addestramento subacqueo.

L’area è anche meta per escursioni, a piedi o in bicicletta. La vegetazione e i profili rocciosi rendono il panorama interessante da ogni punto di vista. Tra le ascese possibili – tutte di facile-media difficoltà – vi è quella verso il Monte La Paganella (2125 metri).

Nelle vicinanze del lago, anche un campeggio.

In questa verticale ritroviamo Davide Stimpfl (@da.stimpfl), anch’egli divenuto una presenza costante di Verticali del Mondo il quale, come le sue foto, ci permettere di raccontare (e talora, per molti, scoprire) alcuni angoli meravigliosi delle sue terre, il Trentino Alto-Adige.

Grazie Davide.