Archivi tag: mare

Alla meridiana di Cottesloe Beach

Mleheta, Cottesloe Beach

Michelle Leheta, Sundial, Cottesloe Beach, Australia

Cottesloe ( o Cott come viene familiarmente chiamata dai locali)  è un sobborgo, dove vivono circa 8000 abitanti, dell’area metropolitana di Perth in Australia. Il suo nome si deve al politico britannico Thomas Fremantle, barone di Cottesloe. E’ la spiaggia cittadina più famosa di Perth e si trova a soli 15 minuti dal centro.

Ha un’atmosfera rilassata, tipica del villaggio, e con oltre un chilometre e mezzo di spiaggia di sabbia fine e di mare cristtalino è da oltre un secolo una spiaggia ideale per famiglie e per ammirare il tramonto sull’Oceano Indiano. Infatti la spiaggia fu scoperta dai surfisti nel 1909 e da allora è meta anche di appassinati di sport acquatici.

Dietro la spiaggia vi sono prati adatti al picnic (Cottesloe Eplanade) mentre il Marine Parade è il vivace viale dove si trovano ristoranti e bar.

In questa foto si può osservate una parte della grande meridiana (sundial), alta oltre 3 metri, costruita nel 1988 in occasione del Bicentenario della fondazione della colonia nella costa est dell’Australia. Il progetto è dell’architetto Jeff Considine ed è ispirato al modello che si trova a Jaipur (in India) costruito nel XVIII secolo. Dopo la sua costruzione la meridiana è diventata il luogo preferito per le foto di matrimonio!

In questa perfetta verticale troviamo Michelle Leheta (@m_leheta), atleta con una grandissima passione per le verticali (nel suo profilo se ne trovano di ogni forma e in ogni luogo). Grazie Michelle.

Thanks a lot Michelle to allowed me to use your very nice and interesting handstans photos!

 

 

Annunci

Dove c’era la palude

Messa Luana, Lido di Camaiore, Toscana

Messa Luana, Lido di Camaiore, Lucca, Toscana

Camaiore è un comune di 32 mila abitanti in provincia di Lucca in Toscana. Lido di Camaiore. Il territorio comunale offre una grande diversità di paesaggi, dalla spiaggia di Lido di Camaiore, bagnata dal Mar Ligure,  alle vette delle Alpi Apuane che superano i 1100 metri  di altitudine.

Lido di Camaiore è una stazione balnerare rinomata, con uan spiaggia lunga 4 chilometri. E’ caratterizzata da una garnd eorganizzazione dalla spiaggia al lungomare fino ai pontili al mare, che attira un turismo amante del mare ma, che usa la località anche per visitare le vicine città d’arte e le campagne toscane.

La’rea di cui si hanno notizie a partire dall’inizio del primo millennio, era un luogo paludoso le cui bonifiche erano già state tentate, senza successo, in epoca romana. Solo tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800, proprio a seguito delle bonifiche, vi furono i primi insediamenti umani. Lo sviluppo turitico iniziò all’inzio del 1900 e subito attrasse artisti e intellettuali. Il boom turistico si ebbe a partire dal dopo guerra, quando si sviluppò un’accoglienza di eccellenza e di alta qualità.

In questa verticale su di una mano troviamo Luana Messa (@luana_messa), atleta con una passione per il fitness, il nuoto le attività subacque e per le verticali, che ringrazio per avermi concesso di utilizzare le sue foto.

Grazie Luana.

 

Nella Laguna di Balos

Maddalena Zambon , Balos, Creta, 2015

Maddalena Zambon, Balos, Creta, Grecia, 2015

Creta è la maggiore e la più popolosa isola della Grecia. Con oltre 8300 chilometri quadrati è anche la quinta isola del Mediterraneo (dopo la Sicilia, la Sardegna, Cipro e la Corsica). E’ popolata da quasi 700 mila abitanti.

L’isola fu, tra il III e il II millennio A.C. al centro della civiltà minoica, une delle più avanzate d’Europa.

Oggi è un’isola che coniuga gli interessi storici e artistici, con quelli culturali e naturalistici rendendola una delle maggiori attrazioni turistiche della Grecia.

Tra i luoghi di Creta che, per la natura, merita una visita vi è senz’altro la Laguna di Balos. Situata all’estremo dello spuntone a nord-ovest dell’isola, rappresenta una vera e propria meraviglia della natura. Non vi è dubbio che si tratta di uno spettacolo mozzafiato. la vista dal sentiero che si percorre a piedi (l’altro modo per arrivarci e via mare), quando si scollina, fa letteralmente rimanere a bocca aperta. Acqua trasparente di tutti i colori dell’azzurro, all’interno di una insenatura con sabbia bianchissima e finissima. La laguna, geologicamente, si è formata con l’insabbiatura dell’isola di capo Tigani.

Sullo sfondo della laguna si vede, riconoscibile dalla sua caratteristica forma, l’isola di Grabusa, dove vi sono i resti di una fortificazione veneziana del 1500.

Purtroppo nella stagione turistica (agosto in particolare), la spiaggia è molto affollata soprattutto a causa di barconi che “scaricano” una grande quantità di persone.

In questa bella verticale ritroviamo Maddalena Zambon, liceale veneziana, con una sana e genuina passione per la ginnastica e per le verticali. Anche Maddalena è una presenza oramai fissa di Verticali dal Mondo.

Grazie Madda!

Nella spiaggia del divertimento

Jackballo, Novaljia-Zrce, Pag, Croazia

Jackbailo, Zrce, Novaljia, Pag, Croazia

Pag (in italiano Pago) è un’isola della Croazia, abitata da circa 10 mila abitanti,  situata nella regione della Dalmazia, appartenente all’arcipelago delle Liburniche Meridionali. Si tratta di un’isola molto allungata (sono circa 60 chilometri), irregolare nelle sue forme (con costa frastaglieta e ricca di baie e insenature) e dal paesaggio molto arido da un lato (arrivando sembra di giungere in un luogo lunare) e molto più verde e tipicamente mediterraneo dal lato verso l’Italia. In realtà, a partire dal 1968, Pag non è più tecnicamente un’isola, essendo collegata dal ponte di Pago alla terraferma, nella parte meridionale dell’isola.

Il nome deriva dal latino “pagus”, villaggio.

Uno dei centri abitati dell’isola (il cui capoluogo è Pago) è la cittadina di Novalja (Novaglia in italiano), abitata da circa 3500 persone e posta sulla punta settentrionale dell’isola. E’ una cittadina turistica, conosciuta per la sua vitalità soprattutto giovanile. La vicina spiaggia di Zrce, a circa 3 chilometri dalla città,  è il luopgo della vita notturna con dicoteche e bar che attraggono in modo particolare il turismo giovane che ama tirar mattina.

Zrce è una lunga spiaggia di ciottoli (di sabbia nell’isola poca se ne trova), dove la musica si sente a partire delle 4 del pomeriggio e fino a notte inoltrata. E’ la spiagga del divertimento diurno e notturno. Bar, ristoranti, discoteche, festival e concerti… insomma da evitare per chi ama la tranquillità, da amare per chi vuole ritmo ed eccessi.

In questa verticale sulla spoiaggia di Zrce troviamo JackBailo (@jackbailo96), studente trentino di neuropsicologia, amante del divertimento e naturalmente delle verticali. Ringrazio Jack per questa foto, che mi ha permesso di parlare di un isola che merita senz’altro una visita!

 

Cononut Grove

Pancho, Coconut Grove

Pancho, Coconut Grove, Miami, Stati Uniti

Coconut Grove è un quartiere della municipalità di Miami in Florida, negli Stati Uniti. Oggi, con poco oltre 20 mila abitanti, è la zona residenziale più antica di Miami.

La città di Cocunut Grove (che era nata a seguito di diverse ondata di migrazioni a partire dal 1825, soprattutto dalle Bahamas) fu annessa a Miami nel 1925. Proprio in questa zona, nel 1882, venne costruito il primo Hotel della Florida del sud, il Bay View Inn (conosciuto poi come Peacock Inn).

Negli anni ’60 la riva della baia di Coconut Grove fu al centro dei movimenti giovanili ospitando incontri (Love-ins) e concerti tra cui quello storico dei Doors del 1 marzo 1969 al Dinner Key Auditorium quando Jim Morrison fu arrestato per atti osceni in pubblico, costringendo la band a cancellare molti degli appuntamenti.

Oggi i quartiere, grazie ai suoi bar e ristoranti,  è molto frequentato da studenti universitari (Della University of Miami e della Florida International University) e dispone di una marina che ne fanno anche un luogo ideale per la nautica ed in particolare per la vela.

In questa verticale ritroviamo il cileno Pancho (@panchohandstand), vero e proprio amante delle verticali, ovunque nel mondo!

Thank Pancho for allowed me to use your very interesting handstands pictures.

Tra gli atolli delle Maldive

Chiara659, Kuramathi Island Resort

Claudia, Kuramathi Island, Maldive

La Repubblica delle Maldive è uno stato insulare composto da un gruppo di atolli situato nell’Oceano Indiano a sud-ovest dell’India. Dista circa 750 km dalle coste dello Sri Lanka. Complessivamente vi sono 1192 isole coralline (sono 26 atolli, ognuno formato da centinaia di isole), di cui 200 abitate dai circa 350 mila residenti. Di queste isole circa un centinaio sono dedicate a strutture turistiche.

Secondo gli storici le isole vengono abitate dopo il 1500 A.C. e sebbene i primi abitanti stabili (intorno al IV-V secolo) furono buddisti, dal 1153 le isole divennero un sultanato e oggi le Maldive sono una nazionale islamica in cui, stando all’art.9 della costituzione del 2008 “un non mussulmano non può diventare cittadino delle Maldive”.

Inutile dire che da un punto di vista naturalistico siamo di fronte ad un vero e proprio paradiso in terra!

Tra le tante isole adibite al turismo vi è Kuramathi Island,  una spiaggia e un resort situato nell’atollo Rashdoo (Rasdu) dell’arcipelago delle Maldive.

L’atollo è formato da tre isole principali (Rashdoo, Kuramathi e Veligandu) e da una laguna di 64 chilometri quadrati. Kuramathi è un isola molto stretta e allungata, ricca di palme e fiori. Nell’isola vi sono tre resort.

In questa bella verticale (sia tecnicamente che paesaggisticamente)  a Kuramathi ritroviamo Chiara (@the_blonde_welness), coach di ginnastica con una laurea in scienza dello sport, grande viaggiatrice e amante delle verticali. Grazie Chiara per il tuo contributo.

 

 

 

 

Nel canale dell’amore

Claire, Sidari, Canale dell'Amore

Claire, Sidari, Corfu, Grecia

Corfù (in greco Kerkyra) è la seconda isola per estensione dell’arcipelago delle Ionie, in Grecia. Si tratta di un’isola di oltre 600 chilometri quadrati abitata da circa 110 mila persone. E’ situata di fronte alle coste dell’Epiro, al confine tra Grecia e Albania. E’ separata dalla terraferma da uno stretto che nel suo punto “più sottile” dista solo 3 chilometri dall’Albania.

Abitata fin dall’antichità, grazie alla sua posizione strategica nel Mediterraneo e nell’Adriatico, passò più volte da una dominazione all’altra. Questo ha contribuito molto alla sua richezza culturale che unita alla eleganza della natura ne fanno un luogo molto ambito per il turismo.

Sidari è un piccolo villaggio nel nord ovest di Corfù.  Si tratta di un’area collinare che deve la sua notarietà al Canale dell’Amore. Il quale non è altro che una piccola spiaggia che si trova alla fine di un lungo “tunnel aperto” scavato dall’erosione marina e dal vento. La lunga formazione rocciosa con diverse tonalità di giallo, il verde della ricca vegetazione e l’azzurro del mare limpido rendono il paesaggio unico e spettacolare.

La leggenda racconta (da cui il nome) che le coppie che attraversano a nuoto il canale resteranno per sempre unite.

Certo, la spiaggia è da evitare nel mese di agosto!

Sidari è anche un luogo di vita notturna molto frequentato da giovani.

In questa verticale, apparentemente scomposta ma molto difficile da tenere, troviamo Claire (@claire._.obscur), ginnasta, acrobata, atleta calistenica e viaggiatrice con un genuino amore per le verticali!

Thanks Claire to allowed me to use your very nice handstands picture, some of them will became posts of Verticali dal Mondo helping us to talk about wonderful places on our Planet.