Archivi tag: salento

In un piccolo paradiso

Camusso Stella, Torre Castiglione

Stella Maris Camusso, Torre Castiglione, Lecce

Torre Castiglione, è una località disabitata del Salento, non lontano da Porto Cesareo, in provincia di Lecce. Si trovano i resti di una delle tante torri di avvistamento e difesa che Carlo V, Re di Spagna dal 1516 al 1556, volle far ereggere per contrastare i pirati turchi nel Salento. La torre fu edificata, su di un promontorio sul mare, nel 1568 (dopo la morte di Carlo V).

La torre si trova tra altre due, quella di Lapillo e quella di Colimena.

Oggi molte delle torri si trovano in pessime condizioni (quella di Castiglione è oramai un ammasso di pietre).

La spiaggetta di Torre Castiglione è un piccolo angolo d’incanto nel Salento. Certo siamo di fronte ad una piccolissima cala (la spiaggia non è più di 50 metri), che nei periodi di punta, risulta veramente difficile da raggiungere! Il luogo è però incantevole e nelle giornate senza vento è un vero e proprio piccolo paradiso!

In questa elegante foto in verticale, proprio nei pressi della torre, troviamo Stella Maris Camusso (@stellacamusso), probabilmente argentina di nascita, sicuramente con un passato da ginnasta e un presente da allenatrice, amante del tango e dei cani. Ringrazio Stella per questa verticale! Grazie!

 

Nell’isola della fanciulla

Santarelli Eleonora FB, Isola delle fanciulle, Torre Pali (Lecce)

Santarelli Eleonora, Torre Pali, Isola della Fanciulla, Lecce

Torre Pali è una località balneare, frazione del comune di Salve,  in provincia di Lecce nel Salento. Si trova tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca. Spiaggia sabbiosa e bassa, mare incantevole, che prende il nome da una torre di avvistamento del 1500, costruita per difendersi dagli attacchi saraceni, di cui resta, proprio sulla spiaggia, solo il basamento.

L’abitato di Torre Pali, con il suo porticciolo, è minuscolo. Vi abitano stabilmente meno di 60 persone, sebbene l’espansione turistica potrebbe far crescere il paese, soprattutto verso l’interno.

Proprio di fronte alla spiaggia, a circa 100 metri,  si trova uno scoglio isolato chiamato isola della fanciulla. La leggenda racconta che il pirata Dragut, alla fine del 1500, durante una delle scorrerie trovò una forte resistenza da parte dei locali, in fuga sorprese una famiglia di contadini e dopo averli picchiati e uccisi rapirono la giovane e bella figlia. La ragazza fu trascinata sull’isolotto ma tentò disperatamente la fuga. Ripresa fu picchiata, stuprata e portata al cospetto dello stesso capo dei pirati. Dragut dopo averle chiesto di rinnegare la fede cristiana e avendo ottenuto un forte diniego, la fece trafiggere da una spada sottile e ordinò di lasciarla sull’isolotto in pasto agli uccelli. Sempre secondo la leggenda, la pietà del Signore fece alzare un forte vento che ricoprì completamente il corpo di sabbia e roccia. Fu ritrovata dai pescatori dopo una settimana, ancora intatta, con il sorriso sul volto.

In questa bella verticale troviamo Eleonora Santarelli, ex-ginnasta, atleta calistenica, istruttrice di ginnastica presso la Palestra Piscina O2 di Fermo, che ringrazio per avermi inviato questa foto. Grazie Eleonora!

 

Punta Prosciutto

Vitogym83, Punta Prosciutto

Vito Iaia, Punta Prosciutto, Lecce

Punta Prosciutto (Li Prisuddi in dialetto) è una stupenda spiaggia del Salento, situata nel comune di Porto Cesareo in provincia di Lecce. Si tratta di una lunga spiaggia  (sono quasi due chilometri di arenile) di sabbia fine, a tratti bianca, con un mare cristallino, basso e sabbioso, con alle spalle dune antiche con la tipica vegetazione della macchia mediterranea. Dal 2006 l’area è compresa nella Riserva naturale Palude del Conte e Duna costiera (una riserva di quasi 900 etteri) dove vi è anche un’altra perla del Salento, il Lido degli Angeli.

E’ situata vicino alla Torre Colimena, ed è una spiaggia “caraibica”, un vero Paradiso nel Salento, ambiente incontaminato, che come è prevedibile durante la stagione di punto diventa eccessivamente abitata.

In questa verticale troviamo Vito Iaia (@vitogym83), pugliese, personal trainer e allenatore della squadra Nazionale di Ginnastica Aerobica. Vito ex ginnasta dell’aerobica della società ASD Ginnastica Francavilla, è stato campione europeo nel 2005  w Medaglia d’Oro al Valore Atletico.

Ringrazio Vito per questa bellissima foto!

Torre San Giovanni

Giorgia, Torre San Giovanni, Ugento, Lecce.png

Giorgia, Torre San Giovanni, Ugento, Lecce

Torre San Giovanni è una località balnerare sul mar Ionio nel comune di Ugento, in provincia di Lecce.  Si tratta di una frazione, con 450 abitanti, situata nella penisola salentina, ovvero “il tacco dello stivale” italiano. Per molti Torre San Giovanni rappresenta ancora la Marina di Ugento (assieme a Torre Mozza e a Lido Marini).

Il nome della località è dato dalla sua torre, costruita su volere di Carlo V nel XVI secolo come difesa contro i saraceni. Si tratta della più antica torre del salento. Scavi recenti testimoniano la presenza di insediamenti umani sul promontorio dove sorge la torre già a partiere dal 500 A.C. Il porto, oggi di pescatori e piccole barche, è stato nel passato un porto commerciale romano.

La torre nel corso dei secoli ha mutato la sua funzione da luogo di avvistamento e di difesa a faro, ed infatti oggi è proprietò della Marina Militare e sede della Guardia Costiera. Anche la cittadina ha avuto alterne vicende con periodi di vero e proprio abbandono soprattutto a causa della malaria (l’area è stata bonificata all’inizio del XX secolo) ed è stato riabitato, prima da pescatori.

Nonostante il paese abbia ben poco da offrire (i residenti da tempo chiedono servizi permanenti anche per l’inverno) le sue spiagge sono molto frequentate dai turisti a causa della bellezza delle sue acque e della sabbia, sottile e chiara. Il litorale, che non è solo di sabbia, offre anche piccole calette e basse scogliere favorendo così anche chi preferisce questa titpologia di mare.

In questa bella verticale troviamo Giorgia (@giorgiasalento), salentina, ex ginnasta (e si vede dal modo in cui stà a testa in giù!) ma, come si definisce lei, ancora nostalgica di quel mondo e delle verticali in particolare! Grazie Giorgia per le tue belle foto e per questa che ci hapermesos di parlare di un luogo , il Salento, veramente incantevole!